Questo sito utilizza i cookies per agevolarti nella navigazione, se non sei d'accordo, ti preghiamo di chiudere immediatamente la pagina.

Progetto Bio-Enable

Progetto Bio-Enable

L’Istituto di Neuroscienze è partner del progetto Bio-Enable, finanziato dalla Regione Toscana mediante il programma operativo regionale FESR 2014 – 2020, Bando: Sostegno alle infrastrutture di ricerca. Il progetto è finalizzato all’integrazione di diverse piattaforme tecnologiche per costituire una infrastruttura di ricerca distribuita, capace di incrementare la qualità e la quantità di supporto fornito alle industrie per la caratterizzazione e la progettazione di biomolecole, di biomateriali, di vaccini, di molecole bioattive e sistemi per drug delivery, in-vitro, in cellula e in-vivo. Oltre all’Istituto di Neuroscienze, il consorzio beneficiario del finanziamento comprende: il Centro di Risonanze Magnetiche (CERM) dell’Università di Firenze, l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna (Pisa) e il Dipartimento di Biotecnologie Mediche dell’Università di Siena. In particolare, l’Istituto di Neuroscienze garantisce l’accesso ad apparecchiature avanzate per l’imaging di biomolecole in-vitro ed in-vivo, tra le quali:
• Microscopio elettronico a trasmissione JEOL 
• Microscopio confocale LEICA per esperimenti di imaging su cellule e preparati fissati
• Microscopio a due fotoni (Olympus) per esperimenti di imaging longitudinale in vivo 
• Microscopio APOTOME Zeiss
• Neurolucida/StereoInvestigator (Microbrightfield) per analisi morfometriche
I beneficiari di Bio-Enable sono le piccole-medie imprese operanti nel territorio regionale, le Grandi imprese Toscane e altre aziende operanti in ambito nazionale e europeo. I Partner mettono a disposizione della nuova infrastruttura le piattaforme già a loro disposizione e le nuove strumentazioni da acquisire nell’ambito del progetto. In particolare, Bio-Enable ha reso possibile l’acquisto di un moderno microscopio per microscopia multifotone, installato presso l’Istituto di Neuroscienze a Pisa.
Ulteriori informazioni sono reperibili al sito: http://www.bio-enable.it/

(foto del microscopio1)
(foto del microscopio2)